venerdì 13 marzo 2009

NUOVE IDEE


Ragazzi, è giunta l’ora di dimostrare qualcosa! Ho l’opportunità di portare in discussione ed eventualmente far inserire all’interno del programma elettorale – per le Comunali di Giugno - della Lista Civica “Vivi Albissola” alcune nostre idee. Naturalmente tutti coloro che vorranno partecipare alle varie riunioni, impegnarsi per proporre qualcosa di persona o fare un po’ di campagna elettorale sono invitati.
Vi prego ragazzi, questo secondo me è un segno di maturità notevole, per questo mi piacerebbe se questo post avesse molti commenti con molte idee.
Albissola è la nostra terra, ci ha regalato serate indimenticabili, i primi amori e i nostri amici; ci siamo cresciuti, la conosciamo palmo a palmo e mi farebbe piacere contribuire in qualche modo per migliorarla.
Abbiamo parlato serate intere commentando ciò che i vecchi sbagliavano nel gestire il nostro comune, ed oggi è arrivato il momento di mostrare ciò che la nostra leva è pronta a fare, semplicemente anche con qualche proposta. E’ un appello che farò solo una volta, poi mi ritirerò a bestemmiare di nuovo nel mio blog http://inididelcuculo.blogspot.com/ senza importunare più nessuno di coloro a cui solo la parola “politica” dà fastidio.

7 commenti:

Temerario ha detto...

Beh, in fin dei conti la RES è PUBBLICA, non è un male fare un comitato fra di noi in appoggio a questa lista: non solo scimmiottare Grillo ma prendere le sue campagne come spunto per MIGLIORARE EFFETTIVAMENTE Albissola: non solo un ritorno al passato ma valutando bene le esigenze sociali un programma di albissola attivo nell'intera annualità e non nella stagione turistica, gli impatti geologici per l'ammodernamento cittadino ma soprattutto... una farmacia comunale!
Terna organizza un tavolo di lavoro per un comitato d'appoggio a questa lista civica e fai cucinare Giorgia. Io ci sto...

Temerario ha detto...

VARIANTE AURELIA: SVEGLIARSI TRA UN DECENNIO.
Sarà un ricordo, per me angosciante, la coda in Aurelia per andare a lavorare con il sole languido che bacia mae e spiaggia, mentre con la tua auto percorri pochi metri alla volta. Credo che nulla come i fenomeni naturali scandiscano il tempo coì brutalmente dandoti un senso di ritardo. Il sole che sorge da linfa vitale ma anche fretta.
Del futuro dell'Aurelia se ne è parlato per diverse generazioni. Il da farsi è creare una via di basso impatto ambientale che segua magari l'autostrada, facilitandone l'accesso ai vari caselli. Nascosta e portata alla base delle colline, provenendo da Genova, sarà una nuova via mezza interrata su cui accanto potranno sorgere attività, uffici e servizi privati.
Radicale trasformazione subirà il lungo mare che potrà diventare una zona pedonale bellissima. Questa via nuova costringerà l'industria dei discotecari a portare il popolo della notte in zone meno cittadine. La variante Aurelia deve essere vissuta non solo come una grande spesa ma come occasione per fare sorgere intorno ad essa un mondo lavorativo non più vincolato al solo turismo, ma alla crescita stile "giappo-cinese" dell'intera regione.

gian_74 ha detto...

Problemone n°1: Parcheggi!
Il comune deve assolutamente trovare una soluzione a questo problema. E' inutile che si tenti di improntare tutte le attività sui giovani e la vita notturna se non esistono possibilità di parcheggi. Basta con le multe a tappeto se non esistono alternative. Facciano dei parcheggi decenti, anche lontano dal mare ma con un ottimo servizio di navette GRATUITO (se tutti gli esercenti sganciano un pochino il costo è irrisorio).
Problemone n°2: Aurelia BIS. Lo volete capire o no che è l'unica alternativa possibile? Il casello Albamare mi sembra una vera cagata. Sono molto scettico sulla reale posizione del casello e soprattutto non credo che il tratto di Aurelia funivie-torretta sia in grado di decongestionare il traffico autostradale (IPOTETICO) previsto. La ROTATORIA che ho visto in qualche progetto passare intorno alla torretta è un obbrobrio vero e proprio!
Senza considerare che far PAGARE gli Albis(S)olesi per fare 2 km di strada che porta alla propria provincia è assurdo e quantomeno poco incentivante!
Inutile dire che se si riuscisse a chiudere o perlomeno a decimare il traffico dall'aurelia delle Albis(s)ole, queste avrebbero un ritorno turistico impagabile.

Temerario ha detto...

LA PAGA DEL VIGILE NOTTURNISTA.
Tra l'altro, l'impiego delle forze dell'ordine per seguire i giovani-drogati-vandali ha un costo: Carabinieri, Vigili e CRI. Non è che grava sulle spalle dei cittadini? No eh!?! Già l'Italia dovrà pagare al "povero" Lumumba
8'000 € incarcerato per 14 giorni a torto nel caso Meredith (stessa razza di drogati dei sopracitati).

Lucio ha detto...

incredibilmente mi trovo d'accordo con Gian; l'Aurelia bis era indispensabile 20 anni fa, adesso se ne colgono le conseguenze della non costruzione, ed i parcheggi sono una priorità (tra l'altro proprio tu, Luca, avevi fatto una proposta interessante su parcheggi sotterranei).... se si riuscisse a fare tutto... (ma sono sfiduciato)

Terna ha detto...

Apprezzo molto il Vs interesse. Le idee del parcheggio e dell'Aurelia bis mi sembrano assolutamente condivisibili, ma cerco un qualcosa di più obiettivamente. Non dico un progetto, però per esempio sarebbe interessante sviluppare idee su come trovare i soldi per farli e dove.
Inoltre mi interesserebbe molto proporre una raccolta differenziata porta a porta (ricercando magari qualcuno interessato all'acquisto della nostra rumenta, tipo riciclatori di plastica o vetro - la ISOVER dove lavoravo prima sò che acquista il vetro se fornito diviso per colore per es. - )oppure qualcuno interessato all'umido per la produzione chimica...
E perchè no, la pubblicazione della bolletta energetica comuncale, promettendo in campagna elettorale di ridurla di un 10% ogni anno e restituendo in qualche modo al cittadino - non solo al residente - i risparmi ottenuti.
Altra idea: Internet point gratuiti in alcuni punti di Albissola (tramite wi-fi e con accesso tramite un codice nominale, in maniera che chi abita intorno allo spot non scrocchi la rete), e perchè no, chiedere agli stabilimenti balneari di contribuire mettendo un wi-fi a loro spese nelle spiagge...

Temerario ha detto...

Ho quello che fa per te o quasi...
Dammi modo e tempo di contattarli. Certo, sono di Grugliasco, ma... a piccoli passi arriviamo fino al savonese.